Sconto in fattura e Cessione del Credito

Ecobonus 50%

Anche per il 2021 è previsto l’Ecobonus (detrazione del 50%) per l’acquisto e la posa in opera di schermature solari mobili – come tende da sole e pergole – negli edifici esistenti.

HANNO DIRITTO ALL’ECOBONUS:

Pergole a impacchettamento, pergole bioclimatiche, tende da sole, tende per lucernari, tende per serre, tende a bracci, tende per facciate, tenda da facciata a rullo, tende a veranda, tende a pergola, cappottine, zanzariere e tende antinsetto, schermi solari mobili. (Norma EN 13561)

Veneziane esterne in alluminio, frangisole, chiusure oscuranti, persiane, scuri, tapparelle, ecc. (norma EN 13659)

Rulli avvolgibili, veneziane, plissettate, sistemi winter garden, skylighter, verticali. Sono escluse le tende decorative. (Norma EN 13120)

Cos’è il 50% Sconto in Fattura e come si ottiene?

Come riportato nella legge n° 77 del 17 Luglio 2020, per il 2021 è prevista la possibilità di poter acquistare una pergola o una tenda da sole che rientri nei parametri dell’Ecobonus, richiedendo al fornitore (rivenditore del prodotto) uno sconto diretto in fattura pari al 50% dell’importo massimo detraibile, andando a cedere ad esso il credito d’imposta cui dà diritto l’Ecobonus.

Significa che l’acquirente di una pergola o tenda da sole che ha diritto all’Ecobonus, può non pagare l’importo detraibile, cedendo questo credito d’imposta al rivenditore del prodotto.

Questo può avvenire tramite un accordo preliminare con il rivenditore.

Quali sono i passaggi da effettuare per ottenere l’Ecobonus con il 50% di Sconto in Fattura?

  • Accertarsi di poter effettuare un’installazione di un prodotto con i requisiti richiesti per l’Ecobonus;
  • Concordare con il rivenditore già al momento della richiesta di preventivo la volontà di voler cedere il credito d’imposta;
  • Effettuare il pagamento della differenza tra il valore totale della fattura meno l’importo detraibile con Bonifico Bancario parlante.

Chi può usufruire dell’Ecobonus 50% Sconto in Fattura

Possono usufruire della detrazione tutti i contribuenti che, a vario titolo, possiedono l’immobile su cui si va a intervenire. Il principio è che i benefici per la riqualificazione energetica degli immobili spettano a chi gode di un diritto sull’immobile:

  • Le persone fisiche, compresi gli esercenti arti e professioni;
  • I titolari di diritto reale sull’immobile;
  • I condomini, per gli interventi sulle parti comuni condominiale;
  • Gli inquilini;
  • Coloro che hanno l’immobile in comodato;
  • I familiari conviventi con il possessore o detentore dell’immobile oggetto dell’intervento che sostengono le spese per la realizzazione dei lavori;
  • i contribuenti che conseguono reddito d’impresa (persone fisiche, società di persone, società di capitali);
  • le associazioni tra professionisti;
  • gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale.

Requisiti

  • L’agevolazione fiscale anche per lo Sconto in Fattura è di massimo 60.000€. Per gli interventi singoli, intesi come non in combinazione con uno degli interventi trainanti, è possibile accedere alla detrazione del 50% per un massimale indicato nell’allegato I del Decreto MISE del 6 agosto 2020 (per le schermature solari stabilito a 230€ al mq, al netto di IVA, prestazioni professionali e opere complementari relative alla installazione e alla messa in opera delle tecnologie);
  • Significa che, a prescindere dalla spesa al mq per la schermatura solare, si potrà detrarre al massimo il 50% su 230€ al mq (al netto di IVA, prestazioni professionali e opere complementari relative alla installazione e alla messa in opera delle tecnologie);
  • Possono accedere allo Sconto in Fattura sia le persone fisiche che le persone giuridiche (partite iva).

Cosa succede al credito fiscale una volta che viene ceduto al rivenditore?

Una volta ceduto il credito fiscale, attraverso la formula dello Sconto in Fattura, questo diventa di proprietà del rivenditore.
Il rivenditore potrà:

  • usufruire del credito fiscale in 10 anni, andando a compensare annualmente con le imposte dovute allo Stato.
  • cedere il credito fiscale ad altre entità.

Esiste un valore massimo dell’intervento che usufruisce dell’Ecobonus?

Nel caso di schermature solari l’agevolazione fiscale è di massimo € 60.000.

Per gli interventi singoli, intesi come non in combinazione con uno degli interventi trainanti, è possibile accedere alla detrazione del 50% per un massimale indicato nell’allegato I del 6 Agosto 2020 (per le schermature solari stabilito a 230€ al mq, al netto di IVA, prestazioni professionali e opere complementari relative alla installazione e alla messa in opera delle tecnologie.

Significa che, a prescindere dalla spesa al mq per la schermatura solare, si potrà detrarre al massimo il 50% su 230€ al mq al netto di IVA, prestazioni professionali e opere complementari relative alla installazione e alla messa in opera delle tecnologie.

Link Utili per approfondimenti

Si raccomanda di prendere visione del vademecum e relativi aggiornamenti al sito: efficienzaenergetica.enea.it

** La pubblicazione di nuovi decreti/disposizioni ministeriali all’Ecobonus potrebbero modificare il contenuto della guida. Si raccomanda una consultazione preventiva delle fonti ufficiali.